Dopo 25 mesi di intensa attività di ricerca, svolta da nove partner europei, il progetto COMPASS festeggia la sua conclusione con una conferenza finale il 13 novembre a Roma. COMPASS si prefigge di tracciare un quadro delle esigenze attuali e future di chi viaggia, analizzando l’influenza di fattori socioeconomici, e mettendo in primo piano le applicazioni TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) e ITS (Sistemi di Trasporto Intelligente), come strumenti in grado di soddisfare le priorità nell’ambito della mobilità.

Partner del consorzio COMPASS, ISIS è stato attivamente coinvolto in diverse attività del progetto, in particolare nello sviluppo della banca dati “Regional Travel Planner”. Per l’evento finale di COMPASS, il direttore dell’ISIS Maurizio Tomassini si unirà alla tavola rotonda, descrivendo l’impatto sulla mobilità di differenti scenari caratterizzati dalle TIC, anche alla luce del prossimo programma di ricerca Horizon 2020. Combinando i punti di vista di aziende private e autorità locali e regionali, la conferenza ospiterà relatori provenienti da tutta Europa, con presentazioni che coprono i fattori chiave per la mobilità del futuro, casi di studio e relativi risultati, soluzioni TIC e scenari futuri per migliorare la co-modalità e la de-carbonizzazione, modelli di business per le applicazioni TIC e passi successivi nella ricerca sulle TIC applicate ai trasporti.

key-drivers-roadmap
Tra gli altri risultati, COMPASS è riuscito a tradurre le evidenze tecniche della sua attività di ricerca in una mappa interattiva e facile da navigare che descrive i fattori socioeconomici. La mappa è collegata ad una libreria che raccoglie i documenti principali utilizzati per descrivere e analizzare i driver e comprende quattro diverse dimensioni – sociale, economica, ambientale e tecnologica – mostrando come ogni dominio interagisca con gli altri, e come insieme contribuiscano a plasmare la mobilità del futuro.

Il programma dell’evento è disponibile qui. Ulteriori informazioni su COMPASS sono disponibili sul sito del progetto.