Project Description

MedPro

medprookMEDPRO, acronimo di Prospettive Medeterranee, coinvolge 17 istituzioni provenienti da tutta la regione mediterranea. Come focus, MEDPRO esplora le sfide della regione del Mediterraneo meridionale e orientale, , impegnata ad attuare ambiziose riforme politiche ed economiche, mentre allo stesso tempo affronta questioni sociali e ambientali più pressanti. Prendendo in considerazione una vasta gamma di interazioni, MEDPRO esplora una serie di scenari alternativi che si potrebbero verificare da qui al 2030 nella regione, con l’obiettivo di definire una solida base per le future politiche in materia di sviluppo sociale ed economico, con particolare attenzione annche al ruolo e al potenziale contributo dell’UE.
La ricerca MEDPRO copre sei aree di studio che sono molto importanti per lo sviluppo socio-economico della regione:

  • geopolitica e governance
  • demografia, invecchiamento, tematiche di migrazione, di salute e genere,
  • sviluppo sostenibile, gestione delle risorse, adattamento al riscaldamento globale, energia e mitigazione dei cambiamenti climatici,
  • sviluppo economico, scambi commerciali e investimenti,
  • servizi finanziari e mercati dei capitali;
  • capitale umano, istruzione e lo sviluppo delle competenze.

For more information visit the project website.

*Finanziato dalla Commissione Europea, scienze socio-economiche e umanistiche

  • Delineare un quadro comune, che comprenda le possibili transizioni verso uno scenario allargato e verde per l’area Euromediterranea (Transizione Verde), uno sviluppo sostenibile partecipato e portato avanti sia dall’Unione europea che da nuove entità regionali, nell’area meridionale e orientale del Mediterraneo (Transizione Blu), o un aumento dei conflitti e delle minacce (Transizione Rossa)
  • Sviluppare analisi di previsioni parziali per i vari settori: demografia e migrazione di capitale umano, istruzione e la protezione sociale, energia, ambiente e cambiamento climatico, economia e commercio
  • Delineare scenari macroeconomici per l’area Euromediterranea, sulla base di un quadro di equilibrio generale (modello e database GEM-E3-MEDPRO) per analizzare l’evoluzione macroeconomica di tutta l’area e di 11 Paesi del Mediterraneo meridionale e orientale (Marocco , Algeria, Tunisia, Libia, Egitto, Israele, Autorità palestinese, Giordania, Libano, Siria, Turchia)
  • Stesura di raccomandazioni politiche per una futura risposta politica dell’UE e un’agenda di cooperazione

  • Costruire uno scenario qualitativo, fornendo un quadro multidisciplinare per l’elaborazione di prospettive settoriali e macroeconomiche alternative per la regione Euromediterranea fino al 2030.
  • Preparazione di raccomandazioni politiche finali per far fronte ai diversi scenari di integrazione e di cooperazione dell’UE a livello regionale.

  • CEPS
  • ISIS
  • FEMISE
  • CASE
  • ICCS
  • KNAW/NIDI
  • ZEW
  • CCEIA-UNIC
  • IAI
  • UPM
  • FEEM
  • CG&G-FEUNL
  • CIHEAM – IAMB
  • INSEA
  • FEPS
  • MAS institute
  • CREFM
  • ITCEQ